Testo e Traduzione di
Epitaph

In The Court Of The Crimson King

1969

King Crimson

Composta da: Robert Fripp, Michael Giles, Greg Lake, Ian McDonald, Peter Sinfield

(Il testo di questa canzone è inserito in questo sito solo come citazione per la traduzione e per cercare di spiegarne il significato.
É una divulgazione culturale per gli amanti della musica e per chi è curioso: non ci sono fini economici e tutti i diritti sul testo sono riservati agli autori.)

Epitaph

The wall on which the prophets wrote
Is cracking at the seams
Upon the instruments of death
The sunlight brightly gleams
When every man is torn apart
With nightmares and with dreams
Will no one lay the laurel wreath
When silence drowns the screams?

Confusion will be my epitaph
As I crawl a cracked and broken path
If we make it we can all sit back and laugh
But I fear tomorrow I’ll be crying
Yes I fear tomorrow I’ll be crying
Yes I fear tomorrow I’ll be crying

Between the iron gates of fate
The seeds of time were sown
And watered by the deeds of those
Who know and who are known;
Knowledge is a deadly friend
If no one sets the rules
The fate of all mankind I see
Is in the hands of fools

[Instrumental: “March for No Reason”]

The wall on which the prophets wrote
Is cracking at the seams
Upon the instruments of death
The sunlight brightly gleams
When every man is torn apart
With nightmares and with dreams
Will no one lay the laurel wreath
When silence drowns the screams?

Confusion will be my epitaph
As I crawl a cracked and broken path
If we make it we can all sit back and laugh
But I fear tomorrow I’ll be crying
Yes I fear tomorrow I’ll be crying
Yes I fear tomorrow I’ll be crying
Crying…
Crying…
Yes I fear tomorrow I’ll be crying
Yes I fear tomorrow I’ll be crying
Yes I fear tomorrow I’ll be crying
Crying…

[Instrumental: “Tomorrow and Tomorrow”]

Epitaffio

Il muro su cui i profeti scrivono
Sta cedendo nelle giunture
Sopra gli strumenti della morte
La luce del sole abbaglia luminosamente
Quando ogni uomo è dilaniato
Dagli incubi e dai sogni
Nessuno poserà la corona d’alloro
Quando il silenzio affogherà le urla

La confusione sarà il mio epitaffio
Mentre striscio su un sentiero crepato e rotto
Se ce la facciamo possiamo sederci tutti e ridere
Ma ho paura che domani piangerò
Sì ho paura che domani piangerò
Sì ho paura che domani piangerò

Tra i cancelli di ferro del destino
Furono piantati i semi del tempo
E innaffiati dalle azioni di quelli
Che conoscono e da quelli che sono conosciuti;
La conoscenza è un’amica mortale
Se nessuno stabilisce le regole
Il destino di tutta l’umanità che vedo
É nelle mani di pazzi

[Strumentale: “Marcia per nessun motivo”

Il muro su cui i profeti scrivono
Sta cedendo nelle giunture
Sopra gli strumenti della morte
La luce del sole abbaglia luminosamente
Quando ogni uomo è dilaniato
Dagli incubi e dai sogni
Nessuno poserà la corona d’alloro
Quando il silenzio affogherà le urla

La confusione sarà il mio epitaffio
Mentre striscio su un sentiero crepato e rotto
Se ce la facciamo possiamo sederci tutti e ridere
Ma ho paura che domani piangerò
Sì ho paura che domani piangerò
Sì ho paura che domani piangerò
Piangerò…
Piangerò…
Sì ho paura che domani piangerò
Sì ho paura che domani piangerò
Sì ho paura che domani piangerò
Piangerò…

[Strumentale: “Domani e domani”]

I Talk To The Wind

Moonchild

Vuoi sapere perché urla in questo modo?

in-the-court-of-the-crimson-king-copertina