Testo, Traduzione e Significato
Cuckoo Cocoon

The Lamb Lies Down On Broadway

1974

Genesis

Composta da: Peter Gabriel, Tony Banks, Steve Hackett, Mike Rutherford, Phil Collins

(Il testo di questa canzone è inserito in questo sito solo come citazione per la traduzione e per cercare di spiegarne il significato.
É una divulgazione culturale per gli amanti della musica e per chi è curioso: non ci sono fini economici e tutti i diritti sul testo sono riservati agli autori.)

Cuckoo cocoon

Wrapped up in some powdered wool, I guess I’m losing touch
Don’t tell me I’m dying, ‘cause I ain’t changed that much
The only sound is water drops, I wonder where the hell I am,
Some kind of jam?
Cuckoo Cocoon have I come to, too soon for you?

There’s nothing I can recognise
This is nowhere that I’ve known
With no sign of life at all, I guess that I’m alone,
And I feel so secure that I know this can’t be real but I feel good
Cuckoo cocoon have I come to, too soon for you?

I wonder if I’m a prisoner locked up in some Brooklyn jail
Or some sort of Jonah shut up inside the whale
No, I’m still Rael and I’m stuck in some kind of cave,
What could’ve saved me?
Cuckoo cocoon have I come to, too soon for you?

Bozzolo di cucù

Avvolto in un po’ di lana in polvere, credo di perdere contatto
Non dirmi che sto per morire, perché non sono cambiato così tanto
L’unico suono sono le gocce d’acqua
Mi chiedo dove diavolo sono
In qualche pasticcio?
Sono arrivato al bozzolo di cucù, è troppo presto per te?

Non c’è niente che riesca a riconoscere
Questo posto non è niente che abbia conosciuto
Senza alcun segno di vita, immagino di essere solo
E mi sento così sicuro di sapere che questo non può essere reale
Ma mi sento bene
Sono arrivato al bozzolo di cucù, è troppo presto per te?

Mi chiedo se sono un prigioniero rinchiuso in qualche prigione di Brooklyn
O qualche specie di Jonah rinchiuso nella balena
No, sono ancora Rael e sono bloccato in una specie di caverna
Cosa potrebbe salvarmi?
Sono arrivato al bozzolo di cucù, è troppo presto per te?

Significato di Cuckoo Cocoon

Siamo subito dopo il viaggio lungo la via di Broadway (Broadway Melody Of 1974).

Rael prima volava, poi si era trovato a scendere.

Si sveglia avvolto in un enorme bozzolo di lana in polvere, sospeso in alto (“I guess I’m losing touch”). Sente gocce d’acqua che cadono in quel posto umido (“The only sound is water drops”).

Non capisce dove si trova, non crede di essere morto, perché non si sente cambiato più di tanto (“Don’t tell me this is dying cause I ain’t changed that much”) ma intuisce di essere in qualche guaio (“Some kind of jam?”).

È nel “bozzolo del cucù”, espressione simile a una filastrocca per bambini.

Questo brano può essere visto come la nuova nascita di Rael.

La musica, con l’arpeggio di chitarra e il flauto, dà una sensazione di torpore, sicurezza e tranquillità.

Il bozzolo, caldo e protettivo, rappresenta l’utero materno.

Il luogo è umido, privo di pericoli, e anche se Rael è “sicuro che nulla può essere reale” è altrettanto sicuro di sentirsi bene (“But I feel good”).

L’unica differenza è che nella sua seconda vita Rael ha già tutti i sensi sviluppati, e prova sensazioni, emozioni e paure che un neonato non può provare.

Anzi, in realtà non capisce nulla in questo momento, ma sta per capire.

Capisce di essere da solo in un posto sconosciuto, anche se le sue sensazioni sono positive perché sa che niente è reale in quello che sta vivendo (“And I feel so secure that I know this can’t be real but I feel good”).

Questo è il motivo perché Cuckoo Cocoon è un brano così tranquillo: Rael è convinto che sia tutto un sogno o il frutto dell’immaginazione.

E questa sensazione contrasterà presto con la tachicardia e il pericolo di In The Cage, in cui Rael realizza che lì sotto invece tutto è reale.

Anche il terrore e il dolore.

Rael, sicuro in realtà di non trovarsi in quella situazione bizzarra, invece di liberarsi immagina di essere come Jonah dentro la balena o un prigioniero chiuso in qualche prigione a Brooklyn.

Questo è il primo riferimento dell’album sulla prigionia, l’essere costretti a restare in un luogo contro la propria volontà.

Lo stesso Rael era scappato dal riformatorio di Pontiac, aveva quindi già provato l’amara esperienza di essere in trappola.

Il brano termina con Rael che si rende conto di essere ancora sé stesso, e di essere bloccato in una caverna (“No I’m still Rael and I’m stuck in some kind of cave”)

La consapevolezza di essere vivo, di essere sempre la stessa persona, gli fa anche capire di essere in pericolo.

Si domanda chi potrebbe salvarlo(“What could’ve saved me?”)

Molto presto avrà la risposta.

Broadway Melody Of 1974

In The Cage