Home / Testi e Traduzioni / Roger Waters / 5.06 A.M. (Every Stranger’s Eyes)
5.06 A.M. (Every Stranger’s Eyes)2019-02-11T05:55:16+00:00

5.06 A.M. (Every Stranger’s Eyes)

The Pros And Cons Of Hitch Hiking

1984

Roger Waters

Composta da: Roger Waters

5.01 A.M. (Every stranger’s eyes)

Waitress: “Hello…you wanna cup of coffee?”
Trucker: “Hey…Turn the fucking Juke Box down”
Waitress: “I’m sorry, would you like a cup of coffee?
Okay, you take cream and sugar? Sure”

In truck stops and hamburger joints
In Cadillac limousines, in the company of has-beens
And bent-backs
And sleeping forms, on pavement steps

In libraries and railways stations
In books and banks
In the pages of history
In suicidal cavalry attacks

I recognize
Myself, in every stranger’s eyes

And in wheelchairs, by monuments
Under tube trains and commuter accidents
In council care and county courts
At Easter fairs and seaside resorts

In drawing boards and city morgues
In award winning photographs, of life rafts on the China seas
In transit camps, under arc lamps
On unloading ramps, in faces blurred by rubber stamps

I recognize
Myself, in every stranger’s eyes

And now
From where I stand
Upon this hill
I plundered from the pool

I look around
I search the skies
I shade my eyes
So nearly blind

And I see signs
Of half remembered days
I hear bells that chime
In strange familiar ways

I recognize
The hope, you kindle in your eyes

It’s all so easy now
As we lie here in the dark
Nothing interferes, it’s obvious how to beat the tears
That threaten to snuff out the spark of our love

5.01 A.M. (Gli occhi di ogni sconosciuto)

Cameriera: “Pronto…vuole una tazza di caffè?”
Camionista: “Ehi…abbassa quel fottuto Juke Box”
Cameriera: “Mi scusi, vorrebbe una tazza di caffè?
Ok, prende crema e zucchero? Certo”

Alle fermate dei camion e nelle bettole che vendono hamburger
Nelle limousine Cadillac, nelle compagnie di persone insignificanti
E di persone piegate indietro
E forme dormienti, sui gradini del marciapiede

Riconosco
Me stesso, negli occhi di ogni sconosciuto

E nelle sedie a rotelle, dai monumenti
Sotto i treni della metropolitana e gli incidenti dei pendolari
Nei tribunali di consiglio e nei tribunali di contea
Alle fiere pasquali e alle località balneari

Nei tavoli da disegno e negli obitori della città
In fotografie premiate, di zattere di salvataggio nei mari della Cina
Nei campi di transito, sotto lampade ad arco
Sulle lampade di scarico, in facce sfocate da timbri di gomma

Riconosco
Me stesso, negli occhi di ogni sconosciuto

E ora
Da dove mi trovo
Sopra questa collina
Ho saccheggiato dalla piscina

Mi guardo intorno
Cerco i cieli
Mi oscuro gli occhi
Quindi quasi cieco

E vedo segni
Di giorni ricordati a metà
Sento campane che suonano
In modi stranamente familiari

Riconosco
La speranza, ti accendi negli occhi

È tutto così facile ora
Mentre stiamo qui sdraiati al buio
Niente interferisce, è ovvio come fare a battere le lacrime
Che minacciano di spegnere la scintilla del nostro amore

5.01 A.M. (The Pros And Cons Of Hitch Hiking – Part 10)

5.11 A.M. (The Moment Of Clarity)

LEGENDARY COVER

Dedicato alla musica. Le migliori copertine di dischi per una raccolta di vinili da collezione.