For Your Life2019-04-04T15:17:18+00:00

Testo, Traduzione e Significato di
For Your Life

Physical Graffiti

1976

Led Zeppelin

Composta da: Jimmy Page, Robert Plant

(Il testo di questa canzone è inserito in questo sito solo come citazione per la traduzione e per cercare di spiegarne il significato.
É una divulgazione culturale per gli amanti della musica e per chi è curioso: non ci sono fini economici e tutti i diritti sul testo sono riservati agli autori.)

For your life

You said I was the only
With my lemon in your hand
Exhibition is your habit
Emotion second hand
Had to pull away to save me
Maybe next time around
And she said, don’t you want it?
Don’t you want cocaine, cocaine, cocaine?
Hadn’t planned to, could not stand to
Try it, fry it, na na na yeah

Heard a cry for mercy
In the city of the damned
Oh, oh, babe, damned
Down in the pits you go no lower
The next stop’s underground
Oh, hello underground
Wine and roses aren’t quite over
Fate deals a losing hand
And I said, didn’t mean to
Did not mean to f-fail
You didn’t plan it, you over-ran it

You want do it, you want to
You want do it when you want to
You want do it, do it when you want to
When you blow it, babe
You got to blow it right
Oh baby, if you fake it, mama
Baby, fake with all your might
When you fake it, mama
Please fake it right for yourself, babe
When you fake it, baby
You’re faking it for your life, for your life
For your life, for your life
Do it, do it, do it, do it, do it
Do it when you wanna
Do it, do it, do it, do it, do it
Do it when you wanna

Oh, I can have you, baby
But I don’t know what to do, yeah
Sometime, baby, nothing I could do
On the balance of a crystal
Paying through the nose
And when they couldn’t resist you
I thought you’d go with the flow
And now your stage is empty
Bring down the curtain, baby please
Fold up your show
Hadn’t planned to
Could not stand to fry in it
Hadn’t planned it
I over-ran it, frying
For your life, for your life

Per la tua vita

Dicevi che ero l’unico
Con cui avevi una storia di sesso*
Sei abituata all’esibizionismo
Emozione di seconda mano
Ho dovuto tirarmi via per salvarmi
Forse per la prossima volta
E lei disse, non ne vuoi?
Non vuoi cocaina, cocaina, cocaina?
Non l’avevo programmato, non potrei sopportarlo
Provaci, menti*, na na na sì

Ho sentito un grido di pietà
Nella città dei dannati
Oh, oh, piccola, dannazione
Giù nell’abisso non vai più in basso
La prossima fermata è sotto terra
Oh, ciao sotterranei
Vino e rose non sono abbastanza finiti
Il destino serve una mano perdente
E ho detto, non lo volevo
Non volevo f-fallire
Non l’avevi pianificato, l’hai superato

Vuoi farlo, lo vuoi
Vuoi farlo quando lo vuoi
Vuoi farlo, fallo quando lo vuoi
Quando lo succhi, piccola
Devi succhiarlo nel modo giusto
Oh piccola, se fingi di farlo, donna
Per favore fai finta per te stessa, piccola
Quando fai finta, piccola
Stai fingendo per la tua vita, per la tua vita
Fallo, fallo, fallo, fallo, fallo
Fallo quando vuoi
Fallo, fallo, fallo, fallo, fallo
Fallo quando vuoi

Oh, posso averti, piccola
Ma non so cosa fare
A un certo punto, piccola, non c’era niente che potessi fare
Sull’equilibrio di un cristallo
Pagando eccessivamente*
E quando non potevano resisterti
Pensavo saresti andata con la corrente
E ora il tuo palcoscenico è vuoto
Tira giù il sipario, piccola ti prego
Piega la tua rivista
Non l’avevo programmato
Non potrei sopportare di mentire
Non l’avevo programmato
L’ho superato, mentire
Per la tua vita, per la tua vita

Significato di For Your Life

Robert Plant scrive il testo di questo brano per un’amica che aveva seri problemi di droga.

Canta la canzone su una sedia a rotelle, ancora convalescente dopo il bruttissimo incidente d’auto a Rodi pochi mesi prima.

Nel testo Plant esprime il suo dispiacere per non aver previsto che la sua amica sarebbe arrivata a quel punto, e di non poterlo sopportare.

Si intuisce che lui stesso poteva finire facilmente nel tunnel della droga se non si fosse tirato via in tempo (“Had to pull away to save me”), quando lei gli propose di provare (“Don’t you wanna cocaine?”).

Frying, termine usato più volte nel brano, comunemente significa sballarsi duramente con LSD o altre droghe pesanti. É il cervello che frigge, questa volta, letteralmente.

Ci sono riferimenti all’abisso in cui ti conduce la droga, dove non puoi andare più in basso ma solo sotto terra (“next stop’s underground”), cioè morire.

Nel suo tentativo di aiutarla, la terza strofa sembra incitarla a uscire da quel vortice, basta volerlo davvero (“You want do it when you want to
You want do it, do it when you want to”) e utilizza una chiara metafora sessuale per avvertirla di cosa rischia se si mette a fingere.

Fingere di praticare sesso orale, non impegnarsi, è come fingere di voler uscire da questo tunnel, pensare e dire di volerlo ma in realtà non volerlo nel profondo.

Solo che questa volta il rischio di fare finta ha come prezzo la tua vita (“You’re faking it for your life, for your life”).

Achille’s Last Stand

Royal Orleans

Vuoi conoscere The Object e la Copertina di Presence?

copertina-presence-led-zeppelin

LEGENDARY COVER

Dedicato alla musica. Le migliori copertine di dischi per una raccolta di vinili da collezione.