Testo di
Il Suonatore Jones

Non Al Denaro Non All’Amore Né Al Cielo

1971

Fabrizio De André

Composta da: Fabrizio De André

(Il testo di questa canzone è inserito in questo sito solo come citazione per cercare di spiegarne il significato.
É una divulgazione culturale per gli amanti della musica e per chi è curioso: non ci sono fini economici e tutti i diritti sul testo sono riservati agli autori.)

In un vortice di polvere
Gli altri vedevan siccità,
A me ricordava
La gonna di Jenny
In un ballo di tanti anni fa.

Sentivo la mia terra
Vibrare di suoni, era il mio cuore
E allora perché coltivarla ancora,
Come pensarla migliore.

Libertà l’ho vista dormire
Nei campi coltivati
A cielo e denaro,
A cielo ed amore,
Protetta da un filo spinato.

Libertà l’ho vista svegliarsi
Ogni volta che ho suonato
Per un fruscio di ragazze
A un ballo,
Per un compagno ubriaco.

E poi se la gente sa,
E la gente lo sa che sai suonare,
Suonare ti tocca
Per tutta la vita
E ti piace lasciarti ascoltare.

Finii con i campi alle ortiche
Finii con un flauto spezzato
E un ridere rauco
Ricordi tanti
E nemmeno un rimpianto.

Un Ottico