The Hero’s Return2019-02-25T16:23:12+00:00

Testo e Traduzione di
The Hero’s Return

The Final Cut

1983

Pink Floyd

Composta da: Roger Waters

The hero’s return

Jesus, Jesus, what’s it all about?
Trying to clout these little ingrates into shape.
When I was their age all the lights went out.
There was no time to whine or mope about.
And even now part of me flies over
Dresden at angels one five.
Though they’ll never fathom it behind my
Sarcasm desperate memories lie.

Sweetheart sweetheart are you fast asleep? Good.
‘Cause that’s the only time that I can really speak to you.
And there is something that I’ve locked away
A memory that is too painful
To withstand the light of day.

When we came back from the war the banners and
Flags hung on everyone’s door.
We danced and we sang in the street and
The church bells rang.
But burning in my heart
My memory smolders on
Of the gunners dying words on the intercom.

Il ritorno dell’eroe

Gesù, Gesù, a cosa si riduce tutto questo?
Cercando di dare forma a questi ingrati
Quando avevo la loro età tutte le luci si spensero.
Non c’era tempo per lamentarsi o deprimersi.
E persino ora parte di me vola via
A Dresda agli angeli uno cinque.
Anche se non lo sapranno dietro il mio sarcasmo
Giacciono memorie disperate.

Tesoro, tesoro ti sei profondamente addormentato? Bene.
Perché quello è l’unico momento in cui posso davvero parlarti
E c’è qualcosa che ho chiuso a chiave
Un ricordo che è troppo doloroso
Per resistere alla luce del giorno.

Quando siamo tornati dalla guerra gli stendardi
E le bandiere erano appese alla porta di tutti.
Ballavamo e cantavamo in strada e
Le campane della chiesa suonarono
Ma bruciando nel mio cuore
La mia memoria cova
Dei cannonieri che mormoravano parole nell’interfono.

One Of The Few

The Gunner’s Dream

LEGENDARY COVER

Dedicato alla musica. Le migliori copertine di dischi per una raccolta di vinili da collezione.