Testo, Traduzione e Significato di
Stairway To Heaven

Untitled

1971

Led Zeppelin

Composta da: Jimmy Page, Robert Plant

Stairway to Heaven

There’s a lady who’s sure
All that glitters is gold
And she’s buying a stairway to Heaven.

When she gets there she knows
If the stores are all closed,
With a word she can get what she came from.
Ooh, ooh, and she’s buying a stairway to Heaven.

There’s a sign on the wall
But she wants to be sure
‘Cause you know sometimes words have two meanings.
In a tree by the brook
There’s a singbird who sings
Sometimes all of our thoughts are misgiven.
Ooh, it makes me wonder…
Ooh, it makes me wonder.

There’s a feeling I get
When I look to the west
And my spirit is crying for leaving.
In my thoughts I have seen
Rings of smoke through the trees,
And the voices of those who stand looking.
Ooh, it makes me wonder
Ooh, it really makes me wonder.

And it’s whispered that soon
If we all call the tune
Then the piper will lead us to reason.

And a new day will dawn
For those who stand long
And the forests will echo with laughter.

If there’s a bustle in your hedgerow
Don’t be alarmed now,
It’s just a spring clean for the May Queen.
Yes, there are two paths you can go by
But in the long run
There’s still time to change the road you’re on.
And it makes me wonder.

Your head is humming and it won’t go
In case you don’t know,
The pipers calling you to join him.
Dear lady, can you hear the wind blow,
And did you know
Your stairway lies on the whispering wind.

And as we wind on down the road
Our shadows taller than our soul.
There walks a lady we all know
Who shines white light and wants to show
How everything still turns to gold.
And if you listen very hard
The tune will come to you at last.
When all are one and one is all
To be a rock and not to roll.

And she’s buying a stairway to Heaven.

Scala per il Paradiso

C’è una signora sicura
Che tutto ciò che luccica è oro
E sta comprando una scala per il Paradiso.

Lei sa che quando ci arriva
Se i negozi sono tutti chiusi,
Con una parola può ottenere ciò per cui è venuta.
Ooh, ooh, e sta comprando una scala per il Paradiso.

C’è un segno nel muro
Ma lei vuole essere sicura
Perché sai, a volte le parole hanno due significati.
In un albero vicino al ruscello
C’è un uccello che canta.
Certe volte tutti i nostri pensieri ci mettono dubbi
Oh, mi viene da pensare…
Oh, mi viene da pensare.

C’è un sentimento che provo
Quando guardo a occidente,
E il mio spirito piange per andarsene.
Nei miei pensieri ho visto
Anelli di fumo attraverso gli alberi,
E le voci di coloro che stanno guardando.
Oh, mi viene da pensare
Oh, davvero mi viene da pensare.

E si sta sussurrando che presto
Se tutti lo decidiamo
Allora il pifferaio ci condurrà alla ragione*.

E un nuovo giorno vedrà l’alba
Per quelli che resteranno,
E le foreste echeggeranno di risate.

Se c’è un trambusto nella tua siepe
Non allarmarti ora,
Sono solo le pulizie di primavera della Regina di Maggio
Sì, ci sono due percorsi che puoi prendere
Ma a lungo termine
C’è ancora tempo per cambiare la strada in cui ti trovi.
E mi viene da pensare.

La tua testa sta ronzando e il ronzio non se ne andrà
Nel caso non lo sapessi,
Il pifferaio ti sta chiamando a seguirlo
Cara signora, riesci a sentire il vento soffiare
E sapevi
La tua scala giace sul vento che sussurra.

E mentre andiamo avanti per la nostra strada
La nostra ombra è più alta della nostra anima
Lì cammina una signora che tutti conosciamo,
Che brilla di luce bianca e vuole mostrare
Come tutto diventa d’oro
E se ascolti molto attentamente
La melodia finalmente arriverà a te
Quando tutti sono uno e uno è tutto
Per essere roccia e non rotolare.

E lei sta comprando una scala per il Paradiso.

*L’espressione “To call the tune” significa decidere come una cosa deve essere fatta. Deriva dal detto inglese “Who pays the piper call the tune”, cioè “chi paga decide”.

Significato di Stairway To Heaven

Questa è una libera interpretazione. Sono consapevole che ogni cosa che dirò potrà essere usata contro di me e così sia.

Il mio personale significato di Stairway To Heaven perché credo che ognuno di noi può solo interpretare uno dei brani più celebri e complessi che esistano.

Perché il vero significato, ovviamente, lo sanno solo loro. Loro due, Jimmy Page e Robert Plant, la scrissero nel 1970 e la piazzarono in mezzo a Untitled.

Troppi simbolismi, paralleli, parti dritte e rovesce perché questa canzone abbia un solo e unico significato.

Ma il bello della musica è che per capire una canzone si può provare a unire puntini tra il testo e la storia dell’artista (o gruppo) che l’ha scritta.

Io, nel mio piccolo, sono soddisfatto di aver trovato una tripla interpretazione a un brano che ho consumato negli anni per i troppi ascolti.

Tre, come la trinità. Tre livelli di profondità, in fondo all’infinito di una musica così melodica (prima volta che i Led Zeppelin si mostravano così melodici, e c’era motivo) che sembra messa lì apposta per non farci pensare alle parole. E a questo io credo veramente.

E chi mai ha fatto attenzione alle parole di Stairway To Heaven? Di certo non all’inizio.

Devi ascoltarla minimo cinquanta volte per superare la voce di Plant e lo strepitoso assolo finale di Page, per pensare seriamente che cosa ti stanno dicendo le parole.

E siccome qui i cinquanta ascolti li abbiamo superati da un pezzo, a un certo punto viene da chiedersi cosa vuol dire.

It makes me wonder.

Si può leggere il testo di Stairway To Heaven con un significato religioso, da un punto di vista più concreto (vita di tutti i giorni) e, infine, chiaramente, da una visione occulta. Oserei dire maligna viste le critiche negli anni al brano e all’album che lo contiene, Led Zeppelin IV.

Iniziamo. Prima le strofe, poi l’interpretazione.

There’s a lady who’s sure

All that glitters is gold

And she’s buying a stairway to Heaven

L’oro è ogni cosa preziosa e con un valore nella vita. La protagonista della storia sembra una ragazza in carne e ossa, o almeno una figura femminile personificata. Ma a questo punto del brano è una donna.

Questa è già una novità perché i “normali” Zeppelin di solito parlano in prima persona rivolti a un’ipotetico interlocutore femminile.

Stavolta la ragazza è la protagonista e crede che tutto ciò che brilla sia oro. La prima parte di Stairway To Heaven è molto legata al materialismo.

La donna cade nell’inganno più vecchio del mondo per cui “non tutto è oro ciò che luccica”, proverbio che mette in guardia sul fatto che alcune cose sembrano belle ma nascondono verità molto peggiori.

Le cose “luccicanti”, con un valore, possono essere X cose con X che tende a infinito. Denaro, salute, famiglia, lavoro, altro: ogni cosa può essere vista come importante nella vita. Cose diverse, da persona a persona. La ragazza ha valori materiali, forse egoistici, e ha un fine, un concreto obiettivo da raggiungere comprando una “scala per il Paradiso”.

Questa frase è già una contraddizione in termini. Non si può comprare qualcosa di materiale per raggiungere la salvezza spirituale.

Questo se pensiamo al Paradiso come dimora del Creatore e degli angeli, cioè se diamo un senso biblico al brano.

Ma se ci togliamo gli occhiali da prete il paradiso potrebbe avere un senso più ampio e personale, l’Eden della ragazza, quel qualcosa responsabile della sua felicità. Tutto e ogni cosa. Non necessariamente la religione.

E sta comprando una scala per raggiungere quello “stato”, sta cercando il mezzo per arrivare al fine.

La scala è lo strumento metaforico con cui salirà nel suo personale Eldorado, per raccogliere l’oro che è tanto sicura di veder luccicare. Oppure è il mezzo che le aprirà le porte del Paradiso, quello vero, attraverso le buone azioni terrene che lei è sicura siano “luccicanti come l’oro”.

Il significato biblico di Stairway To Heaven, nella prima strofa, è legato alla credenza del mercato delle indulgenze, pratica molto diffusa nel Medioevo in cui il Papa si faceva pagare denaro in cambio della salvezza eterna. La religione protestante non credeva che una persona potesse guadagnarsi la salvezza nemmeno con le buone azioni, figuriamoci con il denaro, per cui le cosiddette azioni di valore erano finto oro luccicante.

When she gets there she knows

If the stores are all closed,

With a word she can get what she came from.

Quando raggiunge quel posto (there), ovunque esso sia, lei è sicura di ottenere ciò che vuole pronunciando una sola parola, come una formula magica, anche nel caso non sia riuscita a comprare la scala.

Ecco, quel “there” non è ancora il suo Paradiso (qualunque esso sia) ma è il momento prima di salire la scala. Lei vuole salire la scala. Lo sta facendo. Nel momento in cui è convinta di iniziare la scalata verso la sua salvezza, il suo regno dei Cieli.

Altrimenti il verso “if the stores are all closed”, l’eventualità che lei non sia riuscita a procurarsi la sua scala, non avrebbe senso di esistere.

La parola “Word” può essere detta in sostituzione di Dio (il Verbo), come spiegato in molti passi della Bibbia (“In the beginning was the Word, and the Word was with God, and the Word was God”) ma se ci pensi può riferirsi a chiunque sia il “Maestro”, la guida divina della ragazza.

Quindi, nel suo significato religioso, “with a word she can get what she came from” non sarebbe una parola da pronunciare come lasciapassare ma è un via libera solo con la fede in Dio, senza buone azioni, oggetti materiali (luccicanti di valore) o senza acquistare la scala perché “tutti i negozi sono chiusi”. Senza nessun mezzo. Solo la fede.

There’s a sign on the wall

But she wants to be sure

‘Cause you know sometimes words have two meanings.

Il segno nel muro può essere la direzione da seguire. Lei non è più sicura della strada da intraprendere e si trova di fronte a un bivio perché “a volte le parole hanno due significati”, e con questo verso i Led Zeppelin si riferiscono anche alla loro canzone.

In quel muro c’è scritto qualcosa di poco chiaro. La sua insicurezza può indicare la sua mancanza di spiritualità, a conferma del suo materialismo per cui “tutto ciò che luccica è oro”. L’assenza di spiritualità non le permette di vedere la direzione giusta nel bivio.

La vita è un continuo bivio, decisioni su decisioni da prendere e strade da seguire a seconda della nostra esperienza, capacità di valutazione e raziocinio.

E le indicazioni possono essere subito intuibili ma possono nascondere un altro significato, un insegnamento più importante, qualcosa di oscuro che diventa limpido solo quando sei del tutto sicuro.

Molti critici e fans vedono in questa strofa un chiaro riferimento a Jimmy Page e agli insegnamenti del “suo” idolo Aleister Crowley, che Page “seguiva” abitando le sue case, collezionando i suoi oggetti e studiando i suoi libri pieni di indicazioni chiare su come vivere.  Qui stiamo nuotando nel senso esoterico del brano.

La legge di Crowley era “Do what thou wilt shall be the whole of the Law” (“fai ciò che vuoi, è questa tutta la legge”). Fai ciò che vuoi, soprattutto lasciati andare al piacere fisico e spirituale. Le sue parole esistono per nascondere gli insegnamenti occulti, mille volte più difficili da cogliere.

Se indossiamo gli occhiali biblici, comunque, anche questa frase può seguire il filo della riforma protestante. Così sarebbe il “muro” della chiesa di Wittenberg, dove Martin Lutero affisse le tesi che sconfessavano le indulgenze e si scagliavano contro il cattolicesimo. La ragazza, allora, vuole essere semplicemente sicura delle parole per non rischiare di interpretarle in modo sbagliato.

In a tree by the brook

There’s a singbird who sings

Sometimes all of our thoughts are misgiven.

Arrivati a questo punto Stairway To Heaven cambia. Il brano si rivolge direttamente a noi, amici ascoltatori, e la band inizia a parlare di sé stessa.

Lo avevano iniziato prima di ascoltare il disco, con la copertina di Led Zeppelin IV, che com’è noto rappresenta un ciclo.

La band indica il ciclo con i simboli della cover: le immagini di front e back viste insieme, cioè il muro della casa del contadino (front) invaso dalla città (back); la natura sostituita dal cemento, il naturale ciclo della società capitalistica e materialista degli anni 70.

La copertina di IV è la reazione dei Led Zeppelin all’inevitabile corso della vita e all’inarrestabile avanzata del progresso, e nel testo di Stairway To Heaven lo confermano in modo più intimo con altri simbolismi.

Il materialismo della ragazza è il materialismo del gruppo e di tutta la società. Ma può essere che lei non sia una lei in carne e ossa ma solo una figura femminile personificata. Come la mente umana, per esempio. No? Mente è una parola femminile, sostituisci “mente” a “ragazza” e tutto prende una piega molto più intrigante.

Quindi potrebbe essere la mente, e non la ragazza, a essere sicura che tutto ciò che luccica è oro; è la mente a voler comprare un mezzo per raggiungere la salvezza, come una scala per il Paradiso; è la mente a non essere più sicura delle indicazioni e ad essere costretta a seguire i segni.

L’immagine disegnata dalla voce di Plant è un uccello che parla, con il suo canto, in un albero vicino a un ruscello.

In un’intervista, Robert Plant disse che buona parte del brano vuole avvicinare l’ascoltatore alla natura. L’amore del cantante degli Zeppelin per la natura è cosa nota (lui e Page compongono nel cottage di Bron-Yr-Aur tutto Led Zeppelin III e alcuni brani di Physical Graffiti).

A volte i nostri pensieri ci mettono dubbi, possiamo sbagliarci o come minimo avere il dubbio di essere nel giusto. È quello che, forse, l’uccello sta cercando di dire nella sua lingua.

Oh, it makes me wonder.

Oh, it makes me wonder.

Wonder. Chiedersi, ma in modo meravigliato e stupefatto, domandarsi qualcosa con soggezione, restando di stucco.

Plant, in prima persona, si chiede con stupore cosa può aver detto quell’uccello nel fiume.

There’s a feeling I get when I look to the west

And my spirit is crying for leaving.

Il “west”, l’ovest, dove il sole muore ogni giorno, può essere una metafora della morte.

Un sentimento di tristezza, l’anima che piange prima di “partire”, quando il nostro protagonista pensa alla morte, può essere collegato alla “scala verso il Cielo” su cui la mente, personificata dalla ragazza, si sta arrampicando.

In my thoughts I have seen rings of smoke through the trees

And the voices of those who stand looking.

I cerchi di fumo attraverso gli alberi sono il tentativo di comunicazione attraverso la fitta foresta della mente.

La mente è vista come una fitta foresta di pensieri cattivi e impuri, una foresta cresciuta in anni e anni di egoismo e materialismo; un cerchio di fumo esce dalla cima degli alberi e può voler dire tante cose.

Comunica la presenza di qualcuno, è un grido d’aiuto, come se fossero parole. Gli indiani comunicavano tra loro attraverso cerchi di fumo dagli alberi dov’erano accampati.

I cerchi di fumo possono essere la presenza del Signore, se ascoltiamo la canzone con una Bibbia in mano, o possono essere altri “maestri” se ne invertiamo il senso. Qualsiasi cosa possa dare sollievo e comunicare con l’esterno dalla fitta foresta della mente. Qualsiasi. Cosa.

Le voci sono le risposte ai segnali di fumo, in una mente intrisa di pensieri negativi ci sono sinapsi in corso, in un disperato tentativo di comunicazione.

And it’s whispered that soon
If we all call the tune
Then the piper will lead us to reason.

Come visto nella traduzione, il proverbio inglese “who pays the piper call the tune” è come il nostro “chi paga decide” (se esiste)

Vuol dire decidere le modalità di un’azione, per una persona che ne detiene il diritto perché ha pagato il prezzo.

“If we all call the tune”, se tutti paghiamo, contribuiamo, ci aiutiamo, allora decideremo e capiremo (reason) e arriveremo alla soluzione.

Il pifferaio, con la sua musica, sarà la guida che condurrà fuori dall’intricata foresta mentale in cui siamo intrappolati. Permetterà di avere tutto chiaro, di capire la direzione, il senso della vita, il modo di vivere.

Vivere nella libertà e nella luce, o fare del buio la propria ragione d’esistenza. Arrivati fin qui sono tutte risposte che dobbiamo accettare.

È plausibile è anche vedere in quel pifferaio un uomo calvo, inquietante, vestito con abiti strani e sgargianti, che all’anagrafe faceva Aleister Crowley.

And a new day will dawn
For those who stand long
And the forests will echo with laughter

Per quelli che resteranno (who stand long) e seguiranno la musica del pifferaio, ci sarà un nuovo giorno da vivere.

La foresta della loro mente sarà percorsa da risate. In natura esistono tanti tipi di risata. Serena, leggera, nervosa, sadica, isterica, e in questo caso non si le sensazioni evocate dalle risate non sono chiare.

If there’s a bustle in your hedgerow, don’t be alarmed now,
It’s just a spring clean for the May queen.

Ora batteria di John Bonham mette cinque o sei marce in più al brano, nello slancio della sua parte più ottimistica.

Questa parte sembra un consiglio o la presa di coscienza di una nuova visione. “Il trambusto nella tua siepe”, qualcosa che si muove dentro un cespuglio e non sappiamo che cos’è, evoca di nuovo una sensazione di novità, o allarme, nella mente della persona.

The May Queen è la Regina di Maggio, icona femminile molto amata in Inghilterra. È un simbolo della crescita e della rinascita della natura, ma estesa anche a una nuova crescita per la persona.

Le “pulizie della Regina di Maggio” è un reset del tuo vecchio modo di pensare e di ragionare, la May Queen sta sfoltendo la foresta della mente, la ripulisce dai cattivi pensieri.

Di nuovo, può essere il riferimento religioso dello Spirito Santo, che dà la sensazione, a chi l’ascolta (chi segue la musica del pifferaio), di essere scossi dall’interno, come qualcosa che si muove in una siepe.

“Yes, there are two paths you can go by, but in the long run
There’s still time to change the road you’re on.”

Le due strade sono la via del “bene” e quella del “male”, le due interpretazioni di Stairway To Heaven.

Una biblica e di Cristo, l’altra occulta e oscura. Diranno la via di Aleister Crowley, si spingeranno addirittura a Satana, ascoltando la canzone al contrario.

Questi due versi dicono che c’è sempre tempo di cambiare la direzione che hai intrapreso, leggendo le indicazioni nel muro a inizio brano (words have two meanings).

Non si può essere sicuri che in questi versi i Led Zeppelin si riferiscano a seguire la strada del bene o del male.

Your head is humming and it won’t go
In case you don’t know,
The pipers calling you to join him.

Mentre stai decidendo quale delle due strade seguire, potresti sentire tanta confusione in testa, come un ronzio (your head is humming), ronzio che non se ne andrà finché non prenderai una decisione.

Destra o sinistra del bivio, in ogni caso il pifferaio (il maestro) sta suonando perché tu lo segua.

Dear lady, can you hear the wind blow,
And did you know
Your stairway lies on the whispering wind.

Plant sta parlando con la sua anima, cioè a sé stesso, chiedendosi se riesce a sentire il vento, un’interferenza, un disturbo, una forza che lo soffia via allontanandolo dalla strada giusta.

Il vento che soffia e scuote la scala, dritta in piedi per guadagnare la salvezza.

Una scala rischia di cadere se spazzata via dal vento, e questo significa che il tragitto per salvarsi è complicato come salire una scala che balla per le folate di vento.

Dopo “whispering wind” Stairway To Heaven diventa improvvisamente hard rock.

In un paio di secondi c’è il passaggio dalle perplessità e i dubbi delle strofe precedenti all’inequivocabile certezza della verità, scandita dalla chitarra di Page che parla senza aver bisogno di parole e la velocità di Bonzo alla batteria.

Anche la voce di Plant grida, per la prima volta, con convinzione mentre dà una spiegazione che può deviare, ancora una volta, dalle precedenti parole di Stairway To Heaven.

And as we wind on down the road
Our shadows taller than our soul.

Le parole ritornano ad avere un vago significato negativo, quasi di sconforto.

Le persone, in generale (indicate con “noi”) che vivono a fatica, come andare per la strada boccheggiando, senza fiato, si portano dietro ombre più grandi dei lati comprensibili e facili delle loro anime.

È come se tutti avessimo dentro cose oscure, di sicuro più grandi della nostra stessa anima.

Le cose oscure possono essere i desideri fisici, materiali, i vizi, più grandi del bene, della volontà di essere giusti, della morale e del rispetto. 

There walks a lady we all know
Who shines white light and wants to show

Lì (there), cioè nella vita, la strada che le persone camminano, c’è una donna che tutti conosciamo, una donna che può avere due significati.

Se la vediamo come l’anima, allora la sua luce (white light) mostrerà tutte le cose come fossero oro, cioè mostrerà tutto con una luce nuova, diversa e assolutamente di valore.

Ma la donna potrebbe essere una cosa negativa, se la intendiamo in senso letterale, perché la sua luce mostrerà, con l’inganno, che è tutto oro quel che luccica. Come in realtà non è.

Gli ultimi quattro versi sono l’invito ad ascoltare, attentamente, questa guida

And if you listen very hard
The tune will come to you at last.

Qualunque essa sia.

Occorre ascoltare bene perché prima o poi sentiremo la musica da seguire, per uscire dalla foresta ingarbugliata della nostra mente.

Arrivati a questo punto si può leggere tutto il testo su un piano divino o maligno.

When all are one and one is all
To be a rock and not to roll.

E questo avverrà, appunto, quando tutto sarà importante (all are one, cioè tutto sarà unico) e quando la realizzazione personale diventerà tutto (one is all).

Solo in questo modo potrai essere una roccia e fare in modo di non rotolare.

Nel finale della canzone troviamo un insegnamento di vita, una dritta positiva, anche se l’ultimissima frase finale stride perché è troppo chiaro il contrasto tra il fatto di comprare qualcosa che farà guadagnare la salvezza.

And she’s buying a Stairway To Heaven.

La scala per il paradiso non è in vendita.

The Battle Of Evermore

Misty Mountain Hop